Soluzioni ibride con Amperetta

Soluzioni ibride con Amperetta

Con l’inizio della stagione autunnale, Classic Boats Venice sta ancora facendo le onde con l’innovazione, beh, in senso figurato, cerchiamo di evitare di fare onde letterali in acqua. Classic Boats Venice ha collaborato con il team di Amperetta utilizzando la loro unica guida ibrida per Sweet Molly. Ora il lusso incontra la sofisticazione moderna a Venezia. Il progetto sta finalmente volgendo al termine: Sweet Molly sarà pronta per il noleggio con la sua nuova propulsione ibrida la prossima stagione. Andare in silenzio e con stile. I primi test drive sono andati a buon fine.

Piccolo modulo ibrido

Per motori diesel fino a 300 CV - Misure: ca. 340 mm, Ø 210 mm altezza, 57,2 kg
20 kW

Modulo ibrido grande

Per motori diesel fino a 450 CV - Misure: ca. 370 mm, Ø 340 mm altezza, 66,1 kg
50 kW

In onore di questa incredibile collaborazione per una Venezia più verde e pulita, abbiamo deciso di parlare con il ‘Managing Partner’ di Amperetta, Andreas Münster, per discutere e risolvere dibattiti come Coca Cola vs Pepsi e il GOAT dell’NBA.

…è compatto, potente, affidabile, facile da usare, molto silenzioso e sicuro. Il suo design è semplicemente bello – proprio quello che Venezia merita.

…mi dispiace, non posso parlare di dettagli tecnici. Ma posso dire questo: componenti di grado automobilistico di alta affidabilità, integrati digitalmente con e monitorati dalla nostra unità di controllo elettronico per prestazioni senza soluzione di continuità. Più di cinque anni di dedizione e duro lavoro.

Venice has all we need:

  • Venezia ha tutto ciò di cui abbiamo bisogno:
    I requisiti applicativi – sistemi di propulsione di nuova generazione con sostenibilità, affidabilità e prestazioni combinate
  • La radiosità – Venezia è un luogo ideale per mostrare al mondo le prestazioni del nostro sistema e il luogo perfetto per accogliere le persone per condividere l’esperienza e godere di una delle città più belle del mondo a zero emissioni.
  • CBV – La partnership con CBV è essenziale per l’amperetta, una visione condivisa per un futuro migliore e la volontà di lavorare sodo per raggiungerlo
  • Non ultimo – Sweet Molly, con le sue linee classiche e la sua bellezza senza tempo. Cosa potrebbe esserci di meglio per il nostro sistema per rendere qualcosa di così bello sempre più bello.

Sicuramente, l’amperetta hybrid-drive (AHD) è stata progettata pensando ai cicli delle barche da lavoro. Periodi di bassa e media velocità nel comfort e nell’efficienza dell’azionamento elettrico quasi silenzioso combinato con alte prestazioni per i pendolari verso la terraferma a velocità più elevate, utilizzando i motori a combustione dove necessario. Il design a prova di errore dell’AHD, i più alti standard di sicurezza, la costruzione compatta del modulo ibrido – ottenendo il massimo dal costoso immobile della barca, massimizzando il comfort di viaggio, giorno dopo giorno.

Come detto prima, due fattori principali sono entrati in gioco: Il nostro primo progetto a Venezia aveva bisogno di un partner con devozione e visione – che abbiamo trovato in CBV. Avevamo anche bisogno di una barca come nessun’altra per suscitare l’attenzione che il progetto merita. Non avremmo potuto sognare una barca migliore di Sweet Molly. Un altro fattore che ha contribuito si è verificato: Con Sweet Molly, amperetta può dimostrare che anche una barca storica di 80 anni può essere dotata di un sistema di propulsione di nuova generazione. Il nostro design è modulare e fatto sia per il refit che per le nuove costruzioni. Non è necessario progettare una barca intorno ai requisiti di AHD, ma AHD può adattarsi a molte, molte imbarcazioni esistenti.

In breve – sì. Lasciatemi spiegare. Venezia è un posto speciale, non solo per la sua bellezza, cultura, storia e ospitalità della sua gente, ma anche in termini molto tecnici. Versatilità e durata sono solo due aspetti che caratterizzano i requisiti delle barche nella zona lagunare. Le barche sono dappertutto, per il trasporto di beni e merci, per i servizi e per il trasporto di passeggeri, percorrendo gli stretti canali all’interno dei limiti della città, così come intorno al suo perimetro e persino nelle acque aperte al di fuori della laguna. In questo ambiente, un’imbarcazione che brilli in più scenari possibili deve essere una specie di camaleonte. L’Amperetta lo è: Silenziosa ed efficiente in crociera a bassa velocità, ma anche potente, con prestazioni che sfidano le condizioni del mare, affidabilità e comfort senza compromessi. Venezia è sia il sogno che l’incubo di ogni progettista di schede tecniche. Quando i produttori di automobili vogliono portare i loro veicoli al limite, fanno dei test drive nell’Artico come nel deserto. Per le barche, Venezia può offrire molto per mettere alla prova una barca, praticamente tutto, tranne gli iceberg, forse…

…la gente di Venezia e l’atmosfera della città, più di tutto. Vedere la città vivere nei posti un po’ meno turistici, svegliarsi la mattina, la gente che si occupa dei suoi affari quotidiani, riunirsi la sera… Durante il nostro progetto con CBV ho avuto la fortuna di avere un assaggio di quella che credo sia la “vera vita veneziana”, per me un’esperienza profondamente emozionante. Non conosco l’italiano, ma trascorrendo diverse settimane di lavoro in città, sento di dover aggiungere un “ancora”, poiché mi piacerebbe immergermi molto di più nella vita di Venezia e conoscere almeno abbastanza l’italiano per mostrare la mia ammirazione per Venezia e partecipare. Il resto della mia risposta potrebbe essere di qualche mese fa: Grande storia, ottimo cibo, opportunità di shopping fresco, tempo soleggiato… pagina uno di ogni altra rivista di viaggi. Ancora vero, ma non più il numero uno della mia lista…

Oh sì, l’ho fatto. Frutti di mare di vario tipo, i pezzetti di pane con una moltitudine di condimenti deliziosi, sia il pesce che la carne… (mi dispiace, ma non sono abituata all’alcol, quindi niente vino per me…). Abbastanza divertente: I nostri pasti a pranzo al lavoro, semplici, per lo più della pasta con varie fonti, con o senza carne, alcune erbe, a volte pesto. Niente di stravagante, semplice e davvero buono. Una cosa che ancora mi sfuggiva era il “pesce brutto”. Ma tornerò per quello. Il cibo su Sweet Molly… beh, non abbiamo una vera cucina a bordo, quindi panini con salumi o formaggi italiani, prosciutti, antipasti, pesce fritto… scusate, devo fermarmi, ho troppa fame.

Prima scelta: niente che disturbi la quiete. Vorrei godermi la vita intorno a me, perché non potrei mai fare a meno di un sistema di propulsione elettrica che sia silenzioso come AHD – e non c’è molto là fuori che si avvicini. Quindi: Silenzio per favore!
Se devo scegliere. Beh, per me non c’è una canzone che vada bene per tutti. Sicuramente qualcosa che completi l’atmosfera di quiete, niente di duro. Friedrich Gulda una volta eseguì un piccolo pezzo molto delicato durante una sessione con alcuni suoi compagni di Jazz, un adattamento (probabilmente una versione creata da lui stesso) di un pezzo di Bach, chiamato “Air” (Friedrich Gulda: J. S. Bach – “Air” from Suite No. 3 in D major for Orchestra No. 3, BWV 1068). Guardatelo su Youtube. È così sottile, delicato. Ogni disturbo, ogni suono aspro ne distruggerebbe la magia. Altri ci hanno provato, ma non hanno mai raggiunto questo capolavoro di apparente semplicità e bellezza. Proprio la cosa giusta per mettere alla prova la tranquillità dell’AHD.
Ok, troppo solenne? Potrei accontentarmi anche di “Here comes the Sun” dei Beatles. Ma dolcemente, per favore.

Bugs Bunny. Seriamente! Ma non lo so davvero. Non credo che importi, basta che sia Chess…

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap