Una nota sulle barche in legno

È stato a lungo un mio desiderio scrivere del mio amore per le barche d’epoca e della loro manutenzione e ristrutturazione. Quando alla fine dell’estate 2018 ho avviato CBV, il mio entusiasmo per le belle barche ha trovato una piattaforma dove poter condividere la bellezza di queste imbarcazioni d’epoca con gli altri. L’idea era quella di offrire imbarcazioni speciali uniche di diversi cantieri navali per tour intorno alla laguna di Venezia. Molti pensavano che fossi pazzo, e ancora non so se avessero ragione? Lo sforzo per ristrutturare queste barche e per soddisfare tutti i requisiti per l’uso commerciale è enorme. Immaginate di voler avviare un’attività di taxi con cinque auto d’epoca e di farlo in Germania. Probabilmente fallirebbero da qualche parte a causa delle norme di sicurezza, dei valori di emissione dei gas di scarico o di fatti economici. Ebbene, a differenza delle auto, con poche eccezioni, come RIVA o Chris Craft, i prezzi delle barche d’epoca non sono ancora aumentati come quelli di alcuni veicoli. Per trovare le nostre barche ho impiegato diversi anni. Non è affatto detto che tutte le barche storiche siano belle solo perché vecchie. La selezione di imbarcazioni degne di nota è sorprendentemente piccola, in parte perché in passato non c’erano molte barche da diporto e in parte perché le barche in legno senza cure diventano marce dopo un certo tempo e si decompongono sulla terraferma. La cosa bella, tuttavia, è che le barche in legno possono vivere quanto si vuole se sono ben curate, e il legno può sempre essere riparato se la struttura di base è solida.

Nel 2018, un altro folle appassionato di vintage mi ha fatto conoscere Mathias Lühmann, maestro costruttore di barche che aveva costruito il suo capolavoro, una gondola veneziana, a Venezia e poi era rimasto bloccato a Venezia. Lui e la sua esperienza mi sono di grande aiuto ancora oggi.

Nonostante l’accurata selezione delle nostre barche, ho dovuto imparare che lo sforzo finanziario per portare le barche nelle condizioni che desideravo per i nostri clienti richiedeva in media il triplo del valore di acquisto. Sono convinto che sia ancora redditizio, ma come potete immaginare, con sette barche questo è stato ed è tuttora uno sforzo enorme.

L’aspetto positivo del nostro concetto è che oggi siamo gli unici fornitori a Venezia a offrire una tale gamma. C’è un nostro amico in Italia che può noleggiare alcune bellissime vecchie barche RIVA sul lago di Como da Erio Matteri, www.matteri.it.

Oltre ai costi di ristrutturazione, c’è anche la manutenzione annuale, per cui la “verniciatura”, cioè gli strati multipli di vernice applicati alla superficie di legno, è la fase di lavoro che richiede più tempo. Solo per darvi una panoramica dell’impegno che abbiamo avuto negli ultimi 24 mesi.

Jandona

JANDONA, costruita nel 1968, nell’inverno 2021/22 è stata sottoposta a una nuova coperta in teak e al rinnovo di alcune sovrastrutture di coperta marce, realizzate nel cantiere Vizianello. L’inverno successivo sono stati rifatti i serramenti superiori e una nuova verniciatura dello scafo.

a-note-on-wooden-boats-jandona-1
a-note-on-wooden-boats-jandona-2

Lady Betty

Lady Betty, la nostra barca più vecchia del 1894, ha subito alcune riparazioni sul ponte e tutte le parti in legno sono state riverniciate presso il cantiere Vidal di Certosa.

Riva Super Florida

Il nostro RIVA Super Florida “Chiara”, costruito nel 1958, di proprietà del nostro socio, è stato portato a Matteri sul Lago di Como nell’autunno del 2022 per essere completamente rinnovato. Durante i lavori, Erio Matteri ha scoperto che alcuni materiali erano marciti tra i singoli strati di legno e quindi è stato necessario prendere una decisione: Tutto nuovo? Sì! Va bene, sì.

Il risultato è stato incredibile. Cinque mesi di lavoro in tanti singoli passaggi. La barca è stata smontata fino ai telai e il 70% del legno è stato sostituito con un legno nuovo e adatto. All’inizio sembra facile, ma dovete immaginare che le venature del legno devono corrispondere e che oggi il legno di mogano è molto difficile da reperire in magazzino. Il fine settimana del 6 giugno, per noi e il nostro partner, è finalmente arrivato il momento di prendere in consegna la barca al Lago di Como in ottime condizioni e di testarla a fondo. Certo, ci sono stati giorni di lavoro peggiori e alla fine della giornata eravamo tutti contenti e abbiamo sistemato CHIARA sul suo nuovo rimorchio.

Nobody's Perfect

Nel 2022 abbiamo deciso di acquistare Nobody’s Perfect. Si tratta di una vecchia Lobster boat di 17 metri di lunghezza, costruita nel 1980, proveniente dalla costa atlantica francese. La particolarità di questa barca è il suo ponte, che è basso rispetto al livello dell’acqua e si estende ininterrottamente da davanti a dietro senza variazioni di altezza. Il precedente proprietario aveva installato sul ponte un grande tavolo per 12 persone e una cucina in acciaio inox.

Una combinazione ingegnosa che unisce il divertimento in acqua con la cucina e il cibo. Purtroppo, alla fine della stagione 2022, uno “sguardo più attento” ha rivelato molti punti deboli sullo scafo, che sono stati affrontati dal cantiere Casaril di Venezia durante l’inverno. Si scoprì che, a parte l’estremità di poppa, il legno era in buono stato, ma i chiodi con cui le tavole di quercia erano inchiodate ai telai erano in gran parte arrugginiti. Questo, insieme a una cattiva sigillatura con i bordi delle tavole in “plastica” usati in modo errato, portava all’acqua all’interno e doveva essere riparato.

Ora abbiamo trovato l’uomo giusto nel cantiere navale di Casaril. Probabilmente è l’unico cantiere della laguna veneziana che sa come piegare le tavole di rovere da 4,5 cm in modo che rimangano in forma. Dopo circa 3.500 viti in acciaio inox, tutte le tavole sono state riavvitate allo scafo come si deve e ora si sta procedendo al lavoro finale di calafataggio. Si tratta di premere i fili di canapa nelle fessure delle tavole e poi riempirle di pece calda! Questo vecchio metodo permette al legno di “lavorare”, cioè di espandersi e contrarsi, a seconda delle esigenze.

Il lettore avrà notato quanto siano diverse queste opere. Non si può paragonare il lavoro di un cantiere navale Matteri con quello di Casaril. Entrambi sono maestri del loro mestiere e non potrebbero nemmeno lontanamente eguagliare il lavoro dell’altro. Ma questa differenza è anche l’essenza del marchio della nostra azienda, CBV. Vogliamo avvicinare la bellezza delle vecchie barche agli appassionati e agli ospiti che vi saliranno a bordo. Quello che non si vede sono le molte ore che ci vogliono per costruire o ristrutturare queste barche. È l’imbarcazione in quanto tale che viene conservata e promossa ad alto livello. Non conosco nessun’altra zona in cui la profondità dell’artigianato sia così elevata. Spero che questa breve “escursione” nella costruzione di barche e nella storia delle nostre imbarcazioni vi faccia capire lo sforzo necessario per offrire queste attività. Saremo lieti di fornire a chiunque sia interessato ulteriori informazioni sulle singole imbarcazioni e sul lavoro descritto, preferibilmente direttamente dal nostro mastro costruttore, Mathias Lühmann.

Scritto dal proprietario, Carl Georg Zwerenz

0 Shares
Share via
Copy link
Powered by Social Snap